I rischi del fare ricerche

Rischi grossi corriamo noi scrittori.

Ci viene in mente una storia magari anche banale, un’idea che ci colpisce come un lampo e abbiamo voglia di seguire. Ma, se siamo scrittori come si deve, non possiamo certo scrivere così di questa idea balenga che ci è venuta in mente. Ci dobbiamo informare, documentare. Dobbiamo capire, prima di poter scrivere.

Ed ecco il pericolo: fare ricerche per capire.
Io adoro studiare, approfondire, conoscere anche solo per il gusto di conoscere. Così è andato a finire che quella idea sciocca e un po’ senza un perché mi ha portata ad approfondire un argomento che, sto scoprendo, davvero mi tocca da vicino.

Mi ci sto dedicando in ogni momento da un po’ di giorni, l’effetto è quello di essere sparita un po’ dai social e dal resto.
Ma va bene così, credo che faccia parte dell’animo dell’artista. Ora tengo tanto a questa storia, devo immergermici del tutto per poterla scrivere.

Photo by Leah Kelley from Pexels
Annunci

7 risposte a "I rischi del fare ricerche"

    1. Beh, dipende dal tipo di libro che si vuole scrivere. Per alcune storie le ricerche non servono, per altre sono necessarie. Nel mio caso volevo giusto arricchire con qualche dettaglio, ma magari i dettagli mi prenderanno un po’ più la mano!

      Io sono semrpe dell’idea “scrivi solo di cose che sai”. Per questo sento la necessità di sapere se proprio voglio trattare questo argomento.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...